La ristrutturazione del gioco d’azzardo italiano

ristrutturazione gioco d'azzardo

In questi giorni arriverà, definitivamente, l’accordo sulla riforma e ristrutturazione del mondo del gioco e di tutti i siti di gioco presenti nell elenco dei casino online: tutti sono in aspettativa di questo “qualcosa” che la Conferenza Unificata tra Stato, Regioni ed Enti Locali dovrebbe “mettere sul piatto” affinché un accordo definitivo irrompa nel settore e faccia finalmente la “quadratura del cerchio” che metta tutti d’accordo su di un futuro meno trambustato di tutti coloro che compongono la filiera del gioco e che attendono, ormai da un bel pezzo, che il Governo si esprima con normative nazionali ben definite ed articolate. La certezza del futuro del mondo del gioco d’azzardo, ormai, è a conoscenza di tutti, dipenderà da questo accordo, con rinunce di taluni a favore di altri e con ristrettezze “numeriche” e di “spazio vitale” degli operatori e delle loro attività.

Ma in attesa di “quagliare” qualcosa di concreto, la creatività del Governo è sempre accesa ed in allerta e per portare qualche “soldino nel proprio pozzo (senza fondo dell’Erario) ecco le due “trovate” che stanno facendo assai discutere, sopratutto i detrattori del gioco, assessori e politici di ogni sorta: la “Lotteria dello Scontrino” alla quale si è aggiunta anche la “Gara del SuperEnalotto”, il tutto ovviamente come detto per fare cassa in modo immediato. In attesa che queste due belle iniziative vengano ufficializzate definitivamente, nella bozza della manovra finanziaria di questo anno corrente, ancora in fase di approvazione definitiva, si legge di “giochi” solo all’articolo 79 e solo per quanto riguarda queste due iniziative e “non ancora” del resto (tributo finanziario annuale da corrispondere ai buchi di bilancio dello Stato).

Le due “creazioni” dell’Esecutivo sono state studiate per incentivare la lotta all’evasione fiscale che era stata annunciata dal Vice ministro Casero, ma la loro bozza che è stata anticipata solo nei contenuti, probabilmente non sarà concretizzata prima dell’accordo formale tra il Governo e gli Enti Locali, accordo che come detto segnerà il futuro del mondo del gioco. Ma il dubbio che tutto si risolva nella Conferenza del 27 ottobre esiste e, di conseguenza, la stesura definitiva di tutta la Legge di Stabilità 2017 slitterà, con ogni probabilità, dopo il Referendum del prossimo 4 dicembre che traccerà anche il futuro non solo del gioco, ma di tutta la Nazione.

Si vogliono spendere, in ogni caso, due parole sulle disposizioni per la Gara del SuperEnalotto e sui casino online con bonus gratis: quanto si legge nella sua bozza, visto che sta scadendo la concessione per queste attività aggiudicate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli nel rispetto dei princìpi e delle regole europee e nazionali, la concessione ha la durata di anni nove e non può essere rinnovata. Quindi, verrà effettuata una nuova selezione basata sul criterio dell’offerta più vantaggiosa, quanto alla componente prezzo base d’asta, per le offerte al rialzo, di 100 milioni di euro.

Inoltre si prevede un “versamento del prezzo indicato per il concorrente risultato primo in graduatoria, nella misura del 50% all’atto dell’aggiudicazione e della quota residua all’atto dell’effettiva assunzione del servizio del gioco da parte dell’aggiudicatario” . L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli può disporre il passaggio diretto del diritto d’uso della rete, tra il concessionario uscente e l’aggiudicatario, fermo restando che il diritto d’uso avrà termine alla scadenza della nuova concessione.